Home2019-01-29T12:16:11+00:00

Centro per le specie invasive

Raccogliamo e diffondiamo informazioni affidabili sulle specie invasive e sui vari argomenti ecologici importanti per la città di Parenzo e per l’Istria.

Chi siamo?

Il Centro per le specie invasive ( CSI ) è stato fondato con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica ed educarla sull’importanza dei problemi riguardanti le specie invasive e sugli impatti negativi che causano alla salute umana e all’ambiente. L’obiettivo del Centro per le specie invasive è di includere  tutte le istituzioni della città di Parenzo e della Regione Istriana , compresi i bambini e i cittadini, in modo da salvaguardare la nostra salute e il nostro patrimonio naturale, unico ed estremamente prezioso.

Il Centro per le specie invasive si trova negli ambienti dell’Istituto per l’agricoltura e il turismo di Parenzo e si avvale del contributo di numerosi collaboratori esterni, volontari, studenti, professori e  cittadini.

La dr. sc. Barbara Sladonja ha terminato gli studi biologici nel settore „Ecologia“ presso la Facoltà di scienze matematiche e naturali dell’Università degli Studi di Zagabria. In Italia ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca nel settore „Acquacoltura“.  Ha conseguito la specializzazione lavorando in veste di ricercatrice presso varie istituzioni europee. Ha partecipato a numerosi progetti nazionali ed internazionali ed ha pubblicato oltre 50 articoli scientifici nei settori biologici e biotecnologici. Nei progetti era incaricata nelle varie analisi di laboratorio, nel lavoro sul campo e nell’elaborazione dei dati. Oltre al lavoro scientifico, i suoi impegni professionali preferiti sono legati al lavoro con i bambini e alla trasmissione del suo sapere. La sua passione è l’ecologia.

dr.sc. Danijela Poljuha

La dr. sc. Danijela Poljuha ha concluso gli studi biologici nel settore „Biologia molecolare“ presso la Facoltà di scienze matematiche e naturali dell’Università degli Studi di Zagabria, conseguendo il titolo di Dottore di Ricerca in Scienze naturali nel settore biologico. Ha lavorato come ricercatrice presso la Facoltà di Scienze matematiche e naturali dell’Università di Zagabria, presso l’Istituto per l’agricoltura e il turismo di Parenzo e presso il Centro per la ricerca dei materiali della Regione Istriana METRIS. Inoltre ha aderito a numerosi aggiornamenti professionali organizzati in Croazia e all’estero. Ha partecipato a molti progetti nazionali ed internazionali ed ha pubblicato più di  50 articoli scientifici nei settori biologici e biotecnologici. È la fondatrice di due laboratori e del Dipartimento biotecnologico del Centro di ricerche. Il suo interesse da ricercatrice è basato sulla genetica delle piante e sull’applicazione dei marcatori molecolari per proteggere e conservare le risorse  genetiche dell’orticoltura. Essendo una ricercatrice scientifica, un altro suo obiettivo è quello di divulgare la scienza.

La mag.oecol. Mirela Uzelac ha terminato gli studi biologici in Scienze dell’ambiente presso la Facoltà di scienze matematiche e naturali dell’Università degli Studi di Zagabria. Durante la sua formazione accademica ha partecipato a vari progetti di divulgazione della scienza “Misli plavo – otok Ugljan”. Inoltre, nell’ambito del settore educativo ha ricoperto il ruolo di mentore  dell’evento  „Noć biologije“. Ha aderito  all’associazione „Bioteka“ nella quale ha pubblicato numerosi articoli scientifici riguardanti l’ecologia mentre nell’ambito dell’associazione „Bius“ ha collaborato alla mappatura degli habitat marini. Inoltre, è stata collaboratrice dell’associazione  „Društvo istraživača mora 20 000 milja“. Aderendo a vari progetti e lavorando nel laboratorio chimico della Fabbrica di tabacco di Rovigno, ha ampliato e migliorato il suo sapere e la sua esperienza lavorativa. È un’appassionata di fotografia digitale. Se dovesse descriversi, si definirebbe una biologa giocosa ed ottimista.

Cosa facciamo quando viene riscontrata la presenza  delle specie invasive?

La prevenzione è il metodo più efficace per gestire le specie invasive. Essa ci protegge dalle gravi conseguenze economiche, ecologiche e sociali che si riscontrano qualora una specie invasiva insedia un dato territorio.

Se la prevenzione ha dato risultati negativi, ovvero se le specie invasive si sono insediate nel nostro territorio, è necessario notarle e determinarle prontamente in modo da poter reagire all’insediamento.

Quando una specie invasiva occupa un territorio, è di fondamentale importanza reagire con grande tempestività in modo da adottare le misure indispensabili per prevenire la loro diffusione sui territori circostanti. Il successo di tali operazioni dipende dalla rapidità nel reagire, dal controllo e dalla possibile eradicazione .

Talvolta le specie invasive insediano un territorio nel quale non è possibile controllare la loro espansione ed eradicarle. Di conseguenza, è fondamentale adottare vari metodi i quali ridurranno gli impatti negativi che esse causano sia sulla salute umana che sull’ambiente. Nel caso in cui sia impossibile compiere l’eradicazione della specie invasiva, vengono prese misure pratiche per proteggere la comunità vivente dagli effetti negativi.

Educare ed aumentare la consapevolezza dell’importanza delle specie invasive e degli impatti negativi sulla salute umana e sull’ambiente.

Qual’è il nostro compito?

  • realizziamo elenchi delle specie invasive presenti

  • determiniamo la distribuzione delle specie invasive e verifichiamo le loro popolazioni

  • collaboriamo con diversi settori allo scopo di impedire l’introduzione delle specie invasive come pure di effettuare il programma di eradicazione

  • conduciamo vari laboratori educativi per i cittadini riguardanti le specie invasive

  • prepariamo materiali informativi riguardanti le specie invasive

  • siamo in costante contatto con tutti i cittadini interessati all’argomento

  • d’estate, per i turisti, organizziamo info point sulle specie invasive

  • collaboriamo con tutti i gruppi d’interesse (agricoltura, turismo, pesca, associazioni, istituzioni, media …)

  • organizziamo varie attività relative ai temi sulle specie invasive, sull’ecologia e sullo sviluppo sostenibile

Novità

Unisciti al nostro tim #CSI, segnala il ritrovamento della specie invasiva

Cosa facciamo quando viene riscontrata la presenza  delle specie invasive?

La prevenzione è il metodo più efficace per gestire le specie invasive. Essa ci protegge dalle gravi conseguenze economiche, ecologiche e sociali che si riscontrano qualora una specie invasiva insedia un dato territorio.

Se la prevenzione ha dato risultati negativi, ovvero se le specie invasive si sono insediate nel nostro territorio, è necessario notarle e determinarle prontamente in modo da poter reagire all’insediamento.

Quando una specie invasiva occupa un territorio, è di fondamentale importanza reagire con grande tempestività in modo da adottare le misure indispensabili per prevenire la loro diffusione sui territori circostanti. Il successo di tali operazioni dipende dalla rapidità nel reagire, dal controllo e dalla possibile eradicazione.

Talvolta le specie invasive insediano un territorio nel quale non è possibile controllare la loro  espansione ed eradicarle. Di conseguenza, è fondamentale adottare vari metodi i quali riduranno gli impatti negativi che esse causano sia sulla salute umana che sull’ambiente. Nel caso in cui sia impossibile effettuare l’eradicazione della specie invasiva, vengono prese misure pratiche per proteggere la comunità vivente dagli effetti negativi.

I nostri volontari

Institut za poljoprivredu i turizam

Karla Huguesa 8, 52440 Poreč

Phone: +385 52 408 304

Fax: +385 52 431 659

Web: Centar za invazivne vrste